Press Room / Comunicato

31 Marzo 2022

IL 3 APRILE, ITsART CELEBRA IL TALENTO DI ANNA FOGLIETTA CON IL DOCUMENTARIO IN ESCLUSIVA: “IL CORAGGIO DEL LEONE”

IN OCCASIONE DEL COMPLEANNO DELLA MADRINA DELLA 77esima MOSTRA INTERNAZIONALE D’ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA, ANNA FOGLIETTA, ITsART PROPONE IN ESCLUSIVA IL FILM CON IL QUALE HA PARTECIPATO ALLA KERMESSE: IL CORAGGIO DEL LEONE

Milano, 28 marzo 2022 – In occasione del compleanno dell’attrice Anna Foglietta, ITsART, la piattaforma streaming con il meglio dell’arte e della cultura italiana, propone in esclusiva il documentario che l’ha vista protagonista durante la 77esima mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia: Il coraggio del Leone

Disponibile su ITsART dal 3 aprile al link: https://www.itsart.tv/it/content/il-coraggio-del-leone-2020/57ff3395-a7b1-4005-89bf-37e087a3681f?utm_source=Press%26PR&utm_medium=link&utm_campaign=PR , il documentario, realizzato da RSProductions e diretto da Marco Spagnoli, è un viaggio nel dietro le quinte della 77esima edizione della kermesse in compagnia dell’attrice e protagonista che proprio il 3 aprile compie 43 anni, Anna Foglietta e che rivela, in un intima confessione, le paure e le titubanze nell’affrontare un evento di tale caratura in un anno così delicato e incerto come il 2020. 

A causa del Coronavirus infatti, nel 2020, i Festival Cinematografici di tutto il globo, tra cui Cannes, Toronto, Locarno, non si sono tenuti in forma tradizionale. Il più antico del mondo, il Festival di Venezia, nato nel 1932, invece, ha saputo reagire adattandosi al contesto attraverso una serie di protocolli innovativi dando vita a un evento senza precedenti.

Il coraggio del leone è un documentario unico che cambiando il consueto punto di vista sulla Mostra, si disancora dal racconto glam e dai riflettori puntati sul red carpet per regalare allo spettatore la possibilità di sbirciare tra i camerini e osservare le maestranze all’opera, resa ancor più rara dall’anno di realizzazione: quel fatidico 2020 in cui Venezia 77 è stato il primo festival cinematografico a tenersi in sala, in un clima anomalo in cui è stata proprio l’assordante assenza di pubblico ad essere complice del forte messaggio di rinascita per tutto il mondo del Cinema, dell’arte e della cultura. 

Il coraggio del leone è un’opera documentale che si eleva a metafora, come lo è il simbolo di Venezia, il leone, emblema del coraggio. Il coraggio di una città, di un Festival cinematografico e della sua madrina che non si sono arresi e che caparbiamente hanno “voluto” fortemente che la Mostra continuasse a vivere, a dispetto del mondo intorno, del Covid 19 e della grande incertezza che dominava la situazione globale. 

Filmati di repertorio sulle passate edizioni della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia in cui la superba Sophia Loren arriva al lido in gondola, Alberto Sordi si tuffa in mare e attori internazionali come Marlon Brando sfilano tra il pubblico in clamore, si alternano a interviste cariche di trepidazione, ma anche di inevitabile difficoltà, che vedono coinvolti, tra gli altri, il produttore Roberto Cicutto, il presidente della fondazione Biennale di Venezia, il direttore artistico della Mostra Alberto Barbera, Mattia Carzaniga, giornalista per Rolling Stones e Giona Antonio Nazzaro, direttore artistico del Locarno Film Festival.

Il coraggio del leone offre anche l’occasione al pubblico di ascoltare le parole e i pensieri non solo di direttori artistici, produttori e giornalisti, ma anche le voci di chi nell’industria cinematografica è più di tutti sotto la luce dei riflettori come i registi Claudio Giovannesi e Gianfranco Rosi che raccontano la meraviglia e la necessità del tornare in sala o gli attori Pietro Castellitto, Valeria Golino e Stefano accorsi che esprimono tutto il loro entusiasmo per “un’edizione miracolo” che culmina con l’accorato discorso di Anna Foglietta e la chiusura ufficiale proclamata insieme alla presidente della giuria internazionale Cate Blanchett.

Un’esclusiva imperdibile, una panoramica emozionante di ciò che è stato e che ancora brucia, ma più di tutto, un profondo e accorato messaggio di speranza della cui eco l’arte, la cultura e la gente hanno ancora bisogno

Per informazioni sull'azienda e contatti stampa:

Vuoi proporre un tuo contenuto o evento?

Invia Contenuto / Evento